logo IPSIA Castigliano via martorelli, 1 ASTI
Home  •  Notizie  •  Profili  •  Cerca  •  Registrati  •  Web Cooperativo  •  E-Learning  •  Sportello Scuole Piemonte Sud  •  Sveglia digitale
 Il nostro Istituto

 Offerta Formativa

 POF - Regolamenti - Trasparenza

 La Didattica

 Docenti
Registro Elettronico
Elenco docenti
Calendario Attività 
Accesso Mail
Attività Aula Magna
Prenotazione Aula Magna
Prospetto Uscite didattiche
Gestione assemblee di classe
MO385 Relazione finale docenti 2016-17
MO337 Sondaggio finale docenti 2016-17
REGISTRAZIONE FORMAZIONE

Home / Progetto

Progetto

UNO PER TUTTI TUTTI PER UNO

 

PROGETTO CENTRO PROVINCIALE DI ASTI DI CONSULENZAE DI SUPPORTO ALLE SCUOLE IN TEMA DI DISAGIO

 

SCUOLA CAPOFILA: I.P.S.I.A.  A. CASTIGLIANO - ASTI

1)DATI INFORMATIVI RELATIVI ALL’ ENTE CAPOFILA E AI SOGGETTI PARTNER

A) DENOMINAZIONE DELL’ENTE CAPOFILA
ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L’INDUSTRIA E PER L’ARTIGIANATO A. CASTIGLIANO
DI ASTI
Sede legale Istituto: ASTI
Prov.. AT       via  MARTORELLI    1 CAP 14100
codice fiscale  80005080058
Tel  0141 33429/   352984      Fax  0141 33429/   352984
Ente non soggetto a IRPEG
Cc bancario: M21D0103010300000000876390
Codice Meccanografico: ATRI010001Indirizzo
e-mail  ATRI010001@istruzione.i t     
Sito web  www.ipsiacastigliano.it
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome RAPETTI    Nome UGO

Indirizzo e-mail   ugo_rapetti@ipsiacastigliano.it
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome   BORGNINO    Nome  Roberta
Ruolo docente            tel. 366 6633937          
e-mail  roberta.borgnino@libero.it

B) SOGGETTI IN RETE 

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ROCCHETTA TANARO
Sede legale Istituto: ROCCHETTA TANARO (AT)
Prov.. ASTI       via Sardi n° 29  CAP 14030   
Codice Meccanografico: ATIC809002
Tel  0141   644142  Fax  0141   644142 
Indirizzo e-mail  istcompr.rocchetta@libero.it
Sito web www.icrocchetta.org
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome ACCORNERO   Nome  FERRUCCIO
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome   FONTANA    Nome  LAURA
Ruolo docente
          
SCUOLA MEDIA STATALE JONA
Sede legale Istituto: ASTI
Prov..AT     C.so Genova    24     CAP 14100
Codice Meccanografico:
Tel   0141 594315       Fax  0141 593371
Indirizzo e-mail  atmm00600g@istruzione.it
Sito web www.smsjona.it
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome    TAVINO GABBIO     Nome  ANNA MARIA
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome     ROTELLA      Nome MARIA

SCUOLA MEDIA STATALE ‘ALFIERI’ SAN DAMIANO
Sede legale Istituto: SAN DAMIANO
Prov.  AT  via  Cisterna n°   13   CAP 14015
Codice Meccanografico:  ATMM08500L   
Tel  0141 975190   Fax  0141 975190  
Indirizzo e-mail  ATMM08500L@istruzione.it
Sito web www.medialfieri.it
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome   POGGI      Nome  FABIO
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome          FACTA            Nome    ANDREINA
Ruolo docente          

ISTITUTO COMPRENSIVO DI NIZZA MONFERRATO
Sede legale Istituto: NIZZA MONFERRATO
Prov.AT   Reg. Campolungo  CAP  14049  
Codice Meccanografico: ATIC80700A
Tel  0141 721238   Fax  0141 721238  
Indirizzo e-mail  atmm07000v@istruzione.it
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome  CAIRO      Nome  ISABELLA
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome          BOVERI            Nome PATRIZIA
Ruolo docente 

SCUOLA MEDIA STATALE CANELLI
Sede legale Istituto: CANELLI
Prov.AT  P.zza Della Repubblica n° 3 CAP 14053   
Codice Meccanografico:   ATMM01500A
Tel  0141 823648   Fax  0141 823648  
Indirizzo e-mail  segreteria@mediagancia.it
Sito web www.mediagancia.it
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome   BOGGETTO Nome  PAOLA     
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome    GIUSO            Nome  ORNELLA
Ruolo docente 

SCUOLA MEDIA STATALE ANGELO BROFFERIO
Sede legale Istituto: S.M.S. A. BROFFERIO
Prov..     ASTI   C.so XXV APRILE n° 2    CAP   14100 
Codice Meccanografico: ATMM003004
Tel  0141 212666   Fax  0141 212666  
Indirizzo e-mail  segreteria.SM:BROFFERIO.ASTI@scuole.piemonte.it
Sito web
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome    BORGO     Nome  GIOVANNI
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome      TOSETTO     Nome LAURA
Ruolo docente 

VI CIRCOLO DIDATTICO DI ASTI
Sede legale Istituto: VI° Circolo Didattico
Prov. Asti    via  B.Fenoglio  n° 9       CAP 14100    
codice meccanografico    ATEE00600L
Tel 0141274364    Fax  0141477477
Indirizzo e-mail  sestocircoloasti@libero.it
Sito web www.sestocircoloasti.it
DIRIGENTE DELLA SCUOLA
Cognome UMBOSCHI         Nome PIER PAOLA 
REFERENTE DEL PROGETTO
Cognome   AMICH                  Nome MARIA ROSA
Ruolo docente   

  

2)  ALTRI SOGGETTI COINVOLTI NEL PROGETTO

ENTI COINVOLTI
-  ASSOCIAZIONE PETER PAN - DOPOSCUOLA
-  U.S.P.  DI ASTI
-  AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ASTI (Assessorato all’Istruzione e ai Servizi Sociali)
-  AMMINISTRAZIONI COMUNALI DI: CASTELLO DI ANNONE, PORTACOMARO, REFRANCORE,  ROCCHETTA TANARO.
-  COMUNITA’ COLLINARI VIA FULVIA E VALLEVERSA.
-  FONDAZIONE CRASTI
-  AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI ASTI
-  JOKKO S.C. S.
-  S.I.U.L.P. (Sindacato della Polizia di Stato)
-  LIBERA ‘Associazioni Nomi e Numeri Contro Le Mafie’ di Asti
-  I.S.R.A.T di Asti
-  C.N.A. (Confederazione Nazionale Artigiani di Asti e provincia)

 

3) IL PROGETTO PROPOSTO

3. 1 DENOMINAZIONE DEL PROGETTO:     
‘UNO PER TUTTI TUTTI PER UNO’ 
PROGETTO CENTRO PROVINCIALE DI ASTI DI CONSULENZA E DI SUPPORTO ALLE SCUOLE IN TEMA DI DISAGIO
Azioni comuni per il superamento delle problematiche connesse alla lotta all’abbandono,  alla dispersione scolastica, alla crescita della cultura del soggetto debole.

3. 2 FINALITÁ
Il centro di consulenza ha lo scopo di:
  Favorire l’inserimento nel contesto scuola di allievi provenienti dai quartieri periferici e realtà provinciali culturalmente deprivate, che presentano un elevato indice di rischio, considerata la mancanza di modelli familiari di riferimento e la sviluppata microcriminalità.
 • Evitare l’emarginazione all’interno delle singole classi e creare tra gli studenti uno spirito di collaborazione. 
  Rinnovare la didattica attraverso un più stretto contatto con il territorio e con le sue esigenze. 
  Informare e formare i docenti circa il contesto sociale con il quale dovranno operare. 
  Creare una rete tra le istituzioni scolastiche (in particolare coinvolgendo le scuole di istruzione primaria e secondaria di primo grado) e gli enti locali affinché gli allievi più a rischio possano essere seguiti durante tutto il loro percorso formativo.
 • Rendere l'esperienza scolastica più significativa e accattivante come forma di prevenzione di future devianze, riducendo l'aggressività e la frustrazione. 
 Incrementare la motivazione ad apprendere 
 Favorire il raggiungimento delle competenze minime da parte di tutti gli alunni allestendo percorsi personalizzati motivanti, adeguati agli stili di apprendimento. 
 Favorire il rapporto scuola - famiglie  
• Favorire l’educazione alla legalità: creare i presupposti di una società dove le barriere etniche vengono superate dalla condivisione di valori e regole fondamentali per la vita comunitaria, nel rispetto della persona. 
 Analizzare il fenomeno disagio e individuare strategie di intervento a livello provinciale attraverso l’ Osservatorio costituito presso il centro.

3. 3 OBIETTIVI
 Innovazione della didattica.
 Miglioramento dei servizi offerti dalla scuola
 Miglioramento dell’atmosfera di lavoro nelle classi
 Aumento della motivazione ad apprendere con miglioramento dei risultati scolastici
 Creazione di un rapporto reciproco di fiducia e collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti  nell’azione formativa
 Coinvolgimento degli studenti in attività di volontariato al fine di renderli soggetti attivi  in un processo educativo individuale e collettivo
 Integrazione degli studenti (e famiglie) stranieri nel rispetto delle diversità
 Apprendimento e potenziamento della lingua italiana per quanto riguarda gli studenti stranieri e le rispettive famiglie.
 Consolidamento della cultura della legalità.
 Riduzione della dispersone scolastica
 Riduzione del disagio minorile
• Creazione di nuove sinergie
 Potenziamento dei rapporti con il territorio

3. 4 ORGANI DEL CENTRO  

a. GRUPPO AMMINISTRATIVO
Composto dai  Dirigenti delle scuole aderenti  e  dal DSGA preposto alla gestione amministrativa del Centro   :
          Ugo Rapetti: Dirigente Scolastico I.P.S.I.A. A. Castigliano
          Ferruccio Accornero: Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Rocchetta Tanaro
          Paola Umboschi: D.S. VI Circolo Didattico di Asti
          Giovanni Borgo: D.S.  S.M.S. Angelo Brofferio
          Anna Maria Tavino: S.M.S. Jona
          Fabio Poggi : S.M.S. “Alfieri” San Damiano
          Isabella Cairo: I.C. Nizza Monferrato
          Paola Bogetto: S.M.S. Canelli 

Funzioni:
Predisporre la formazione comune
 Dare mandato ad una o più figure esperte per l’osservazione specialistica delle richieste delle singole scuole aderenti al Centro.
 Analizzare il piano di interventi predisposto dal Gruppo di Coordinamento a seguito delle richieste di intervento delle scuole in rete e di altre possibili e stabilirne la fattibilità finanziaria;
 Dare mandato al Gruppo di Coordinamento per l’attuazione del programma annuale del Centro;
 Curare i rapporti con Enti locali, in particolare con U.S.R. Piemonte, Regione Piemonte, U.S.P. Asti, Amministrazione Provinciale di Asti.
 Coinvolgere gli Enti Locali, i Consorzi, le Agenzie educative nelle attività di ricerca- formazione dell’Osservatorio 
 Predisporre la rendicontazione contabile
 Calendarizzare gli incontri  

b. GRUPPO DI COORDINAMENTO DEL CENTRO
Composto da :
 Docenti referenti designati dalle istituzioni aderenti al Centro.

Funzioni:
 Definire strumenti per la raccolta dei bisogni delle singole scuole della rete e di altre possibili (scheda di osservazione guidata)
 Integrare le osservazioni guidate con le osservazioni specialistiche stilate dall’esperto/i
 Valutare con l’esperto la portata, la qualità e i costi degli interventi e stendere un dettagliato programma di attività annuale da sottoporre al Gruppo Amministrativo
 Coordinare gli interventi del Centro;
• Monitorare in itinere le attività;
 Predisporre strumenti di monitoraggio qualitativo rispetto a tutti i soggetti coinvolti : studenti, docenti, genitori, esperti esterni per i singoli percorsi progettuali e per l’attività complessiva del Centro 
 Definire strumenti per la raccolta di  materiale per la documentazione.
 Definire tempi e modalità della pubblicizzazione delle attività complessive del Centro rispetto al supporto alla Progettazione, alla Formazione, alla Documentazione dei repertori di buone pratiche – mappe delle risorse territoriali
 Predisporre la rendicontazione didattica
 Calendarizzare gli incontri

Ruolo del referente di Istituto:
garante e facilitatore della comunicazione tra il Centro e l’ Istituzione di cui fa parte 
Ruoli interni al Gruppo di coordinamento: segretaria , presidente
Curano le convocazioni, la stesura dei verbali , la comunicazioni fra i vari soggetti.  

c. GRUPPI DI LAVORO interni alle singole Istituzioni
Composto da : Referente , docenti che operano direttamente con gli alunni

Funzioni: si configura come gruppo di auto-formazione sulle pratiche messe in atto coordinate al progetto di rete.

d. OSSERVATORIO PROVINCIALE SUL DISAGIO
Composto da
          Un rappresentante  di ogni scuola 
          Un rappresentante dell’ Amministrazioni comunale di Asti,
          Un rappresentante dell’Amministrazione provinciale di Asti,
          Un rappresentante dell’U.S.P.
          Un rappresentante dei Gestori dei Servizi Sociali (COGESA)
          Esperti del settore (psicologo, referente educator che svolgono la loro azione presso il Centro)  

Funzioni:
 Ricerca, studio del disagio scolastico a livello territoriale delle scuole aderenti al Centro e provinciale .
 Promuove indagini, monitoraggi, formazione comune
 Si impegna alla stesura di un “prontuario” di agenzie e referenti a cui far riferimento nell’emergenza
 Opera nella prospettiva della stesura di un protocollo operativo “zonale” tra le varie agenzie che si occupano di disagio

Ruoli interni all’Osservatorio : segretaria , presidente
Curano le convocazioni, la stesura dei verbali , la comunicazioni fra i vari soggetti. 

Periodicità delle riunioni prevista
Gruppo Amministrativo: settembre - ottobre - febbraio-maggio
Gruppo di coordinamento del Centro : riunioni a cadenza bimestrale (entro il giorno 15 a mesi alterni settembre-novembre- gennaio-marzo –maggio - orario pomeridiano 16,30 – 18,30)   
Gruppi interni alle scuole: riunioni a cadenza mensile  ( entro la prima settimana di ciascun mese scolastico) 
Osservatorio Provinciale sul Disagio ( n. 4 incontri annuali Ottobre – Dicembre - Febbraio- Aprile)  
Modalità di comunicazione delle scuole appartenenti al centro 
Si privilegiano comunicazioni via e-mail  dalle scuole al CENTRO e dal CENTRO alle singole scuole aderenti al Centro.Per gli aspetti amministrativi responsabile di tenere i contatti con tutte le scuole e della rendicontazione contabile è il DSGA dell’Istituto IPSIA Castigliano  Il referente del Centro incaricato di tenere i contatti con tutte le scuole, è Roberta Borgnino (IPSIA CASTIGLIANO- roberta.borgnino@libero.it).
A tale referente vengono attribuiti compiti e responsabilità di conferme e invio di convocazioni relativi a GRUPPO DI COORDINAMENTO del centro  e OSSERVATORIO PROVINCIALE; comunicazioni varie, invio di materiali predisposti ( schede bisogni, schede monitoraggio, materiali valutazione qualitativa …).
I GRUPPI DI LAVORO NELLE SCUOLE sono convocati dal referente della scuola che ne coordina la gestione e ne stende un verbale da inviare al Centro.        

3. 5 RUOLO ESPERTI ESTERNI   
a. CONSULENTE DELLA RELAZIONE DIDATTICA.
Si individua nella figura della psicologa.Oltre all’attività di sportello, è chiamata ad osservare le dinamiche che si sviluppano nel corso dell’azione didattica e/o decisionale (Collegi Docenti, Consigli di classe, Interclasse,ecc) 

b.  CONSULENTE METODOLOGICA DIDATTICA
Si individua nella figura della referente degli educatori che operano all’interno delle istituzioni scolastiche aderenti alla rete.
Svolge azione di supporto all’azione progettuale del centro attraverso le seguenti azioni:
 Collabora con gli educatori e mediatori culturali che operano presso le scuole del centro e presso il doposcuola Peter Pan per l’individuazione di strategie d’intervento rivolte a famiglie e studenti;
 Fornisce un quadro approfondito delle problematiche individuate all’interno delle singole istituzioni scolastiche;
 Propone scelte metodologiche, percorsi innovativi. 

c. EDUCATORI / ANIMATORI/ MEDIATORI CULTURALI
Svolgono la loro attività presso le istituzioni della rete e presso il doposcuola Peter Pan. Sono stati individuati dal Centro per: continuità didattica, esperienza acquisita da diversi anni circa le problematiche socio culturali dell’ambiente in cui operano, appartenenza ad una equipe di esperti con ruoli ben definiti.
Funzioni:
 operano nei contesti di provenienza degli studenti in situazione di disagio (quartieri periferici),
 svolgono attività di sportello
• partecipano ai consigli di classe, interclasse;
 facilitano i rapporti tra scuola e famiglie degli allievi .
 agevolano l’inserimento degli studenti stranieri nel contesto classe e la comunicazione con le famiglie
 intrattengono rapporti con i volontari delle Associazioni coinvolte nel progetto per quanto concerne attività educative e animatoriali ;
 promuovono il volontariato, formando studenti alla funzione di tutor dei compagni e di animatori di quartiere;
 Intervengono in modo individualizzato, a seguito di accordi con i singoli docenti, al fine di attuare un’azione di recupero degli studenti più ‘deboli’ e di consentire il raggiungimento di obiettivi minimi per il superamento positivo dell’anno scolastico;
 Attuano percorsi di educazione alla legalità e alla cittadinanza responsabile, di contrasto al bullismo e alla violenza (personale  S.I.U.L.P)
 Curano le attività di doposcuola e animazione in orario extrascolastico (doposcuola Peter Pan – attività teatrale)
 Collaborano con il Gruppo di progetto, il Gruppo di ricerca azione, l’Osservatorio
 Relazionano a termine trimestre/ quadrimestre
 Forniscono dati per il monitoraggio in itinere e finale

Tempi: 
Il gruppo di educatori/ animatori/ mediatori culturali si riunisce a cadenza mensile (e ogniqualvolta se ne manifesti la necessità)    

3. 5 SEDI DELLA RETE E DELLE REALIZZAZIONI DELLE AZIONI
La sede della Rete è individuata presso l’I.P.S.I.A A. Castigliano di Asti ( V. Martorelli 1 – 14100 Asti) che provvederà alla gestione amministrativa della Rete.
Le sedi di realizzazione delle specifiche azioni del Progetto sono,invece, individuate presso:
 I locali della Scuola Primaria ‘Gramsci’ di Asti, per quanto riguarda le azioni comuni di sostegno allo studio, animazione (Peter Pan – Associazione volontariato)
 lo sportello Studenti dell’I.P.S.I.A. A.Castigliano di Asti per quanto riguarda le azioni comuni di ascolto, progettazione attività, monitoraggio
 lo Sportello per l’Intercultura sito presso la scuola Cavour di Asti, per quanto riguarda il sostegno ai docenti (inserimento studenti stranieri)
 le sedi delle singole scuole in rete 

3. 6 SINTESI DEL PROGETTO
Il progetto si concretizza attraverso un’attività in  rete di istituzioni scolastiche, altre organizzazioni ed enti con il contributo operativo di professionisti ed esperti nell’ambito  dell’educazione (personale esterno) al fine di:  rendere la scuola al servizio del territorio e delle sue problematiche di ordine sociale; adeguare l’attività didattica alle esigenze di particolari utenti, che diversamente risulterebbero emarginati e destinati a finire nell’ingranaggio della microcriminalità; creare uno spirito di collaborazione tra docenti e allievi nella realizzazione di finalità educative e cognitive.
Azioni, interventi vengono analizzati, discussi, deliberati e monitorati   dal centro attraverso i suoi organi interni, dei quali fanno parte i referenti delle diverse autonomie scolastiche, nel perseguimento degli obiettivi condivisi. 

3. 7 AZIONI 
a. Attività Osservatorio Provinciale sul disagio:  indagine, monitoraggio, stesura di un  protocollo operativo “zonale” tra le varie agenzie che si occupano di disagio
 
b. Formazione docenti, personale esterno, genitori, studenti tutor impegnati nel progetto. 

c. Attività Sportello Studenti (I.P.S.I.A. A. Castigliano di Asti - gestito da studenti, due docenti di cui uno con funzioni di coordinatore ed educatore) e Sportello Ascolto (altre scuole della rete) con finalità di:
 Consulenza offerta agli stranieri e agli studenti appartenenti alle fasce deboli, per quanto concerne l’accesso ai servizi, in collaborazione con gli Enti locali;
 Facilitazione all’accesso al lavoro (rapporti con Centro per l’Impiego di Asti e C.N.A.)
 Ascolto e sostegno con l’ausilio dello psicologo o di esperti in genere a seconda delle problematiche presentate.
 Partecipazione ad attività di volontariato.
 Progettazione attività di animazione per dare un senso al tempo libero. 

d. Ampliamento del Centro di documentazione didattica (attivo presso il Centro di Intercultura) e implementazione di un punto informativo telematico finalizzato a rispondere alle richieste dei docenti (circa progetti, iniziative, corsi di aggiornamento, ecc.) .
Si prevede, a tale proposito, l’utilizzo di personale addetto alla cura del sito. 

e. Attività svolta presso il doposcuola  Peter Pan per quanto riguarda: sostegno, animazione, occupazione tempo libero studenti fasce deboli che frequentano Scuola Elementare VI circolo, S.M.S. A. Brofferio, S.M.S O e L. Jona, I.P.S.I.A. A. Castigliano. 

f. Azioni di sostegno nelle singole istituzioni scolastiche Educatori, animatori e agevolatori culturali, docenti interni intervengono in modo individualizzato in orario extrascolastico al fine di attuare un’azione di recupero degli studenti più ‘deboli’ e di consentire il raggiungimento di obiettivi minimi per il superamento positivo dell’anno scolastico. Gli educatori partecipano ai consigli di classe, facilitano i rapporti tra scuola e famiglie degli allievi.  

g. Attività di mediatori  culturali volta ad agevolare l’inserimento degli studenti stranieri nel contesto classe e la comunicazione scuola/ famiglia  

h. Attività di animazione : attività sportiva  

i. Percorsi di educazione alla legalità e alla cittadinanza responsabile, di contrasto al bullismo e alla violenza in collaborazione con personale del S.I.U.L.P. e dell’Associazione LIBERA 

l. Percorso di tutoraggio: 1) Attività laboratoriale  coinvolgente studenti dell’I.P.S.I.A. A. Castigliano di Asti, della S.M.S. O e L Jona, della Scuola Elementare VI circolo, finalizzata a stimolare l’espressività, la produzione di diversi linguaggi, la rappresentazione di vissuti. Gli allievi scambiano le loro esperienze e conoscenze; insieme realizzano testi, CD e DVD 2) Attività laboratoriale di aiuto allo studio presso l’I.C. di Rocchetta (locali della biblioteca comunale di Castello d’Annone) con la partecipazione di studenti delle scuole medie superiori e la supervisione di docenti

 

3. 8  DESTINATARI 
 Allievi delle scuole in rete provenienti da ambito sociale a rischio e/o stranieri,  che presentano difficoltà ad inserirsi nella realtà scolastica. 
• Allievi delle scuole in rete interessati ad attività di animazione e volontariato. 
 Insegnanti delle scuole in rete  
 Genitori/ famigliari degli studenti. 

3. 9  TEMPI DI REALIZZAZIONE
Tempo indeterminato
Anni scolastici 20008/ 09,  2009/10 e riproponibile per gli anni successivi a seguito verifica raggiungimento obiettivi 

3. 10 RISULTATI ATTESI
 Innovazione della didattica.
 Miglioramento dei servizi offerti dalla scuola
 Miglioramento dell’atmosfera di lavoro nelle classi
 Aumento della motivazione ad apprendere con miglioramento dei risultati scolastici
 Creazione di un rapporto reciproco di fiducia e collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti nell’azione formativa
 Coinvolgimento degli studenti in attività di volontariato al fine di renderli soggetti attivi  in un processo  educativo individuale e collettivo
 Integrazione degli studenti (e famiglie) stranieri nel rispetto delle diversità
 Apprendimento e potenziamento della lingua italiana per quanto riguarda gli studenti stranieri e le rispettive famiglie
 Consolidamento della cultura della legalità.
 Riduzione della dispersone scolastica
 Riduzione del disagio minorile
 Creazione di nuove sinergie
 Potenziamento dei rapporti con il territorio

3. 11.SINTESI DEGLI INDICATORI DI RISULTATO ATTESI  
Formazione:
 Aumento dei docenti partecipanti alla formazione
 Congruenza della formazione interna alle singole istituzioni con i bisogni espressi al Centro
 Richiesta di supervisione per gruppi di ricerca-azione e/o autoformazione interna alle singole istituzioni 

Supporto alla progettazione:
- Numero e  Tipologia di percorsi didattici innovativi attivati  internamete alle singole istituzioni
- Numero e tipologia di tecniche di lavoro sperimentate
- Diminuzione di :
   •          Bocciature
   •          Debiti
   •          Assenze
   •          Non svolgimento di compiti
   •          Sospensioni
   •          Note o altre forme di azioni disciplinari  

Documentazione:
Quaderno operativo/carta dei servizi del Centro (mappa dei servizi, buone pratiche, pacchetti offerti)  

3. 12  ORGANI, CRITERI E STRUMENTI DI VERIFICA DEL RAGGIUNGIMENTO DEI RISULTATI 
La valutazione dei risultati conseguiti è demandata ai seguenti organi:
          U.S.P.
          Gruppo di Progetto
          Osservatorio Provinciale  sul disagio
          Collegi docenti delle scuole in rete
          Consigli di classe o interclasse delle scuole in rete
          Coordinatori di classe
          Volontari Associazione PETER PAN

Elementi di valutazione sono da considerarsi:
 l’inserimento nel tessuto sociale di studenti con problematiche di disagio e conseguente diminuzione della dispersione scolastica (riduzione dei casi di abbandono nel corso dell’anno scolastico, riduzione di assenze non giustificate);
 il miglioramento dei rapporti tra allievi, l’acquisizione di un comportamento responsabile nell’ambito scolastico ed extra scolastico;
 la riduzione di provvedimenti disciplinari;
 il raggiungimento di obiettivi minimi per quanto riguarda l’acquisizione dei contenuti;
 il riconoscimento della scuola come ambito fondamentale per conoscersi, confrontarsi, imparare a rispettare il ‘diverso’ ed autovalutarsi;
 l’incidenza della presenza dell’educatore sui risultati ottenuti in classe e nell’attività di doposcuola;
 l’apporto migliorativo della presenza dell’educatore nel corso della programmazione dell’attività didattica;
 il coinvolgimento degli studenti nell’attività di volontariato a seguito intervento dell’educatore.
 La partecipazione delle famiglie all’attività didattica.
 Il volume di attività svolte dallo Sportello Studenti dell’I.P.S.I.A. A. Castigliano di Asti e la frequenza di utenti.
 La frequenza di utenti dello Sportello per l’Intercultura sito presso la scuola Cavour di Asti e il grado di soddisfazione per i servizi ottenuti
 La frequenza di utenti presso gli Sportelli Ascolto attivati presso le scuole in rete e il grado di soddisfazione per i servizi ottenuti
• L’utilità del materiale prodotto dall’Osservatorio Provinciale  sul disagio

Monitoraggio:
 in itinere (bimestrale), al fine di verificare i risultati raggiunti ed apportare eventuali correttivi
 conclusivo, al termine dell’anno scolastico

Strumenti utilizzati per il monitoraggio
 test e questionari somministrati agli utenti.
 registri di presenze e attività svolte presso gli Sportelli, il doposcuola Peter Pan
 verbali incontri Osservatorio,  Gruppo di progetto

5)  AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi della legge 675/ 96, si consente al trattamento dei dati personali
DATA: 01. 10. 09 
DENOMINAZIONE DELL’ENTE:  I.P.S.I.A.  A. CASTIGLIANO              

                                         FIRMA DEL LEGALE RAPPRESENTANTE                                   
                                                             
Ugo RAPETTI

  ___________________________________________________________________________________

 

 IL PROGETTO 2011/2012 

Recommend this page to a friend! Prepare to print
 La qualità

 Progetti e Iniziative

 Servizi per studenti - famiglie

 C.S.A.S.
Attività  del Centro
L'Associazione Dschola in breve
Associazione Dschola
Sportello Scuole Piemonte Sud
Scuola Digitale Piemonte
Accordo Scuola Digitale - Classi2.0
Progetto Diderot - Programmo anch'io

 ECDL

 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Logo Dschola
Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2007 The XOOPS Project
:: FI Subgreen phpBB2 style by Daz :: XOOPS2 theme by PetitOOps ::